Relazione monitoraggio ai sensi dell'art. 48 comma 3 lettera C Recupero storico codice M-Bene – Riscontro nota ANSBC n. 0032886 del 16/07/2018

pubblicato il 10/08/2018


 

Facendo seguito alla comunicazione indicata in oggetto e il cui contenuto si richiama in questa sede in forma integrale, si rappresenta quanto segue:

 

- Beni indicati con Codice M-Bene n. I-NA-13021 e codice I-NA-13031: siti entrambi in via Marmolito n. 12 (ex Cementificio) con i seguenti successivi atti: delibera di Consiglio comunale n. 163 del 18/11/2017, Adozione di variante al vigente strumento urbanistico del Comune di Quarto, delibera di Giunta comunale n. 02 del 09/01/2018 approvazione destinazione uso dell'immobile a Centro Sportivo Polivalente con progetto definitivo, delibera di Giunta comunale n. 28 del 30 gennaio 2018 approvazione definitiva del progetto esecutivo con richiesta di accesso ai fondi POR/FESR 2014/2020 Ob. Specifico 9.6 (tutti atti che si provvede ad allegare alla presente in formato pdf) il bene dell'ex cementificio è stato destinato a sede di Centro Sociale Polisportivo e al momento non sono iniziati ancora i lavori di recupero della struttura né è stato possibile assegnarlo. I ritardi sono stati, in parte, dettati anche dalla pluralità di indirizzi dati dalle varie amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi anni, dal momento che – notoriamente – il Comune di Quarto è stato interessato più volte da decreti di scioglimento sia ex art. 143 che ex art. 141, l'ultimo dei quali avvenuto a febbraio 2018 con la nomina del Commissario Straordinario;

- Beni indicati con Codice M-Bene: I-NA-296538, I-NA-296539, I-NA-296540 caratterizzati da una villa con annesso terreno agricolo siti in via San Nullo (Villa Cerrone), si rappresenta che con atto deliberativo Commissione Straordinaria n. 152 del 01/07/2014 (allegato in pdf) è stata indetta la procedura di manifestazione di interesse per l'utilizzo per finalità sociali del bene confiscato (allegati). I ritardi sono stati, in parte, dettati anche dalla pluralità di indirizzi dati dalle varie amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi anni, dal momento che – notoriamente – il Comune di Quarto è stato interessato più volte da decreti di scioglimento sia ex art. 143 che ex art. 141, l'ultimo dei quali avvenuto a febbraio 2018 con la nomina del Commissario Straordinario. L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco pro-tempore, avv. Rosa Capuozzo, infatti, aveva avviato nel 2017 una interlocuzione con la direzione generale dell'Asl Napoli 2 Nord al fine di trasferire con comodato d'uso gratuito il bene confiscato in parola alla azienda sanitaria locale al fine di localizzarvi delle sedi dell'Asl. Successivamente allo scioglimento dell'organo consiliare e con la nomina del Commissario Straordinario avvenuta a febbraio 2018, con delibera Commissario Straordinario con i poteri di giunta comunale n. 34 del 10/05/2018 si è fornito al Settore Servizi Sociali e al Settore Beni Confiscati un atto di indirizzo per valutare la fattibilità del progetto di realizzare nel bene confiscato di via San Nullo, indicato in precedenza, la sede di un Servizio di accoglienza integrata per richiedenti asilo politico – SPRAR, in ottemperanza all'Accordo siglato dal Comune di Quarto in data 18 dicembre 2017. Procedura che al momento è ancora in itinere (delibera allegata).